La mia vacanza subacquea a Ustica

E’ primavera,  nell’aria si inizia a percepire il profumo dei fiori, le giornate si allungano e ovviamente il pensiero corre alle vacanze.

Il lungo inverno isolano è ormai alle spalle, abbiamo passato le nostre giornate organizzando la nuova stagione, pensandovi molto.

Abbiamo chiesto ad alcuni corsisti della scorsa stagione come fosse andata la loro vacanza ad Ustica, come si fossero trovati con noi del diving, e le belle parole ricevute ci hanno caricato di buoni propositi anche per la stagione imminente.

 

Vogliamo riportarvene alcune:

“Sono stata ad Ustica per la prima volta l’estate del 2021 ed è stata una scoperta incredibile; forse mi è sembrato il posto di mare più bello che abbia mai visto in Italia, soprattutto per i fondali e la fauna marina che ho potuto ammirare.

Già in questa mia visita faccio qualche immersione con il Diving Center Ustica e mi trovo benissimo, grazie all’approccio gentile e alla disponibilità di tutto lo staff, nonostante mi sia presentata un po’ last minute in giorni di altissima stagione. Rientrata a Roma decido di tornare dopo poco tempo per prendere il secondo brevetto di sub, l’Advanced, e scelgo di nuovo il diving di Jonathan Cecchinel; nel periodo del corso, sotto la guida dell’istruttore Bruno Pitruzzella, apprezzo ancora di più il fatto che il Diving Center Ustica è una realtà nata e portata avanti da persone del luogo, che promuove un clima familiare, si serve di gommoni, quindi mezzi che impattano molto meno sul paesaggio rispetto alle grandi imbarcazioni che usano altri centri, e accompagna gruppi mai troppo numerosi, cosa che permette di godersi al meglio l’immersione ed avere un rapporto più diretto con l’istruttore o le guide. Consigliatissimo!”

Beatrice Magni.

 “Ho scoperto Ustica una domenica mattina in tv, è stato amore. Nel giro di qualche giorno avevo già prenotato il volo e mi sono massa alla ricerca del diving che mi avrebbe accompagnato nella settimana di vacanza. Io e l’acqua non abbiamo mai avuto un ottimo rapporto, è sempre stata come un flirt difficile da gestire. Non mi ero mai immersa e non sapevo cosa aspettarmi. Dopo diverse ricerche ho scelto il Diving Center Ustica: il primo contatto telefonico mi aveva subito convinta: la metodologia, l’attenzione al corso e alla frequenza e ammetto che ero affascinata dal fatto che fosse gestita da persone autoctone. Ho fatto bene a seguire la mia pancia! È stata una settimana indimenticabile, una delle esperienze più belle della mia vita. Contro ogni aspettativa io e l’ambiente marino siamo andati subito d’accordo. Il personale del Diving è stato fondamentale a rendere questa esperienza così profonda, coinvolgendomi e rinforzandomi a ogni attacco d’ansia. L’istruttrice che mi ha accompagnato tutta la settimana è stata una guida preziosa e meticolosa, sia in termini tecnici che personali. Quando mi ha comunicato che gli esercizi che avrei dovuto fare me li avrebbe spiegati sott’acqua (in quale modo esattamente a tre metri sott’acqua?) ho pensato di morire all’istante! Beh sopravvalutiamo decisamente la comunicazione verbale, l’intesa nel blu è stata immediata e tutto è subito parso così naturale e candido. Un pò come meditare. Sono riuscita a prendere il mio brevetto non con poche ansie ma anche con tantissimi bei momenti e soddisfazioni. 

Il mondo marino lì è magnifico,

ho capito solo dopo la fortuna che ho avuto a poter fare la mia prima esperienza di immersioni in un posto così con un gruppo di lavoro tanto affiatato. Ustica è una perla e lo sono anche le persone che ci abitano. 

Amo camminare e non ho resistito alla tentazione dei trekking che si possono fare in compagnia di centinaia di cicale, questa terra rossa e questo mare blu. 

Beh credo di aver detto abbastanza, ha no..il cibo!! Mi ha salvata l’attività fisica se no avrei messo almeno due chili.

Grazie davvero al Diving Center Ustica!

 Serena Crippa

“Quest’estate io e il mio ragazzo abbiamo deciso all’ultimo minuto dove recarci in vacanza nel periodo di Ferragosto. Tra le mille mete possibili che il web ci proponeva ho cercato un diving all’isola di Ustica memore dei racconti affascinanti che i miei genitori mi narravano da bambina sulle immersioni fatte in quel mare e sui record di apnea di Maiorca. Così aprii il mio pc e iniziai a cercare informazioni, ma ahimè sembrava tutto overbooking! Ad un tratto mi trovai sul sito del Diving Center Ustica e mi colpì questa frase: “Unico diving dell’isola gestito da isolani!” Capii subito che era il diving che faceva al caso nostro, l’unico che ci avrebbe potuto trasmettere un’autentica esperienza usticese! 

Così presi subito il telefono e chiamai Jonathan Cecchinel chiedendogli aiuto e lui anche non conoscendomi si fece in quattro per aiutarmi indicandomi a chi chiedere un alloggio. In poche ore la vacanza era organizzata e avevamo le valigie pronte per partire all’avventura. 

 

Siamo decollati da Venezia e atterrati a Palermo, da lì con l’aliscafo in poco tempo eravamo già arrivati nella prima area marina protetta d’Italia. 

Abbiamo chiesto a Jonathan di poter immergerci con lui tutti i giorni della nostra vacanza! Non ci sembrava vero di vedere tanti pesci e una vita sottomarina così brulicante: cernie enormi, ricciole maestose, nudibranchi colorati, carangidi che ci sfrecciavano di fianco, banchi di barracuda luccicanti e il pesce ago che serpeggiava tra la posidonia. 

 

Durante queste uscite abbiamo anche conseguito il brevetto Advance grazie alla professionalità dell’istruttore che affianca sempre Jonathan, Bruno Pitruzzella. Che gioia poter conseguire un brevetto godendosi delle immersioni uniche e seguiti da professionisti così attenti, preparati e simpatici!! 

Ustica è meravigliosa per chi ama come noi la vita sottomarina, però regala emozioni anche sopra il livello del mare. E’ piccola sì, in dieci minuti di motorino si va da un capo all’altro, ma incredibilmente è piena di sorprese dal punto di vista archeologico, geologico e storico-culturale. Per non parlare poi dei ristorantini squisiti che potrete provare. Ogni isolano nella sua semplicità ha storie uniche e autentiche da raccontare. Chi è stressato dai ritmi frenetici della vita moderna qui potrà staccare completamente e ritrovare una dimensione più rilassata in armonia con la natura dell’isola. 

Concludiamo simpaticamente con un saluto alla Douglas Adams: “Arrivederci Ustica e Grazie Per Tutto il Pesce!”

Elena e Patrick

Concludo l’articolo del blog ringraziando chi negli anni anche con un semplice sorriso post immersione ci abbia reso le giornate estive uniche e irripetibili.

Vi aspettiamo a Ustica.

Jonathan Cecchinel.

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.